Milano

Proposte tailor-made


MILANO CITY CENTRE
Un must tour per tutti coloro che visitano Milano per la prima volta comprende i monumenti più famosi della città: il Duomo, la Galleria Vittorio Emanuele II, Piazza della Scala con il famoso teatro e il Castello Sforzesco.
Il Duomo di Milano è l'opera più importante dell'architettura gotica in Italia. Totalmente realizzata in marmo bianco, la maestosa  costruzione è  sormontata dalla celebre Madonnina che rappresenta il simbolo della città dall’inizio del XIX secolo. Alla destra del Duomo si apre la Galleria Vittorio Emanuele II che collega la piazza ove si erge la Cattedrale con Piazza della Scala. Percorrendo la Galleria fino alla fine, si giunge in Piazza della Scala dove si erge l’omonimo teatro operistico famoso in tutto il mondo arricchito da un’istituzione museale privata. Chiude il tour cittadino la visita al Castello Sforzesco, complesso monumentale costruito nel XV secolo da Francesco Sforza, divenuto da poco Duca di Milano, sui resti di una precedente fortificazione risalente al XIV secolo nota come Castrum Portae Jovis (Castello di porta Giovia o Zobia).

TOUR DEL CASTELLO SFORZESCO 
Questo tour, molto apprezzato  dai visitatori di tutte le età, si svolge lungo le rotte di pattugliamento, il Rivellino di Santo Spirito e del Carmine del mastio. Il tour include un discorso sulla costruzione del castello, i principali personaggi storici ed eventi salienti del Ducato degli Sforza. La visita alla stanza delle guardie è fonte di preziose informazioni sull'organizzazione militare e le armi utilizzate durante il Rinascimento. Il percorso termina con la visita delle aree più importanti della Corte del Duca, residenza ufficiale della corte degli Sforza,  e la sala delle Asse, interamente decorata da Leonardo da Vinci.

castello Sforzesco

VISITA ALLE MERLATE DEL CASTELLO SFORZESCO 
La salita sulle merlate permette di analizzare da un punto di vista privilegiato la struttura del castello rinascimentale, nella sua doppia funzione di struttura difensiva e di residenza. L’itinerario comprende la visita delle Merlate, camminamenti di ronda che collegano le varie torri del Castello e che consentono una meravigliosa panoramica sulla città, la Stanza delle Guardie all’interno del Torrione dei Carmini dove sono visibili riproduzioni fedeli delle armi che caratterizzavano l’equipaggiamento dei soldati, e infine il Rivellino di Santo Spirito, avamposto di difesa del castello.

IL CODICE ATLANTICO DI LEONARDO DA VINCI
Il prestigioso Codice Atlantico di Leonardo da Vinci può essere ammirato dal grande pubblico grazie a un ambizioso progetto della durata di sei anni che coinvolge due prestigiose sedi espositive: la sala Federiciana presso la Biblioteca Ambrosiana e la Sacrestia del Bramante in Santa Maria delle Grazie. Il Codice, il cui nome deriva dal grande formato che ricorda quello di un atlante, conta 1119 fogli e numerosi disegni. Conservato nella Biblioteca Ambrosiana, il Codice è stato accuratamente sfascicolato e ogni singolo foglio è stato sistemato in appositi teche in modo da poter essere conservato nelle migliori condizioni ambientali. Il progetto prevede l’esposizione a rotazione di 22 fogli in ognuna delle due suggestive sedi, per rendere omaggio al “maestro fiorentino in Milano”.

L’ULTIMA CENA
Il refettorio del convento domenicano di Santa Maria delle Grazie, accanto all'omonima chiesa, conserva uno dei dipinti più celebri al mondo: l'Ultima Cena di Leonardo da Vinci.
Eseguita sulla parete nord della grande sala tra il 1494 e il 1498, durante la signoria di Ludovico il Moro, l'opera è stata dipinta da Leonardo a "secco" anziché con la tecnica ad affresco adottata tradizionalmente per le pitture murali. Le prestazioni, le condizioni ambientali e le vicende storiche nel corso dei secoli hanno portato a un grave degrado dell'opera, documentato già a pochi anni dalla sua conclusione. Nel corso del tempo si sono avvicendati numerosi restauri, l'ultimo dei quali, concluso nel 1999 e condotto con le più aggiornate metodologie scientifiche, ha recuperato le originali stesure di colore e ha rimosso, ove possibile, ridipinture sovrapposte nei vari interventi.

IL MUSEO DEL NOVECENTO 
Situato nel Palazzo dell'Arengario in Piazza Duomo, il Museo del Novecento è un luogo pubblico dedicato alla mostra della collezione del Novecento di Milano. La collezione testimonia la storia dell'arte italiana dall’Avantgarde all'inizio del XX secolo ai giorni nostri e comprende vari movimenti artistici come il Futurismo, il movimento Novecento, Spazialismo, il Movimento Arte Concreta e l'Arte Povera.

NAVIGAZIONE NAVIGLI LOMBARDI: LINEA LE CONCHE
Questo percorso storico culturale dei Navigli Milanesi offre al visitatore la possibilità di immergersi negli antichi luoghi solcati dai barconi che rifornivano di svariati beni la vecchia Milano. Dopo pochissimi metri dall´ormeggio si può ammirare il vicolo dei Lavandai, uno dei numerosi lavatoi dove le donne per secoli hanno pulito a forza di braccia i panni dei milanesi. Proseguendo si arriva al Palazzo Galloni, dove ha sede il centro dell´incisione. Segue uno dei più significativi complessi monumentali del primo tratto del canale, composto dalla chiesa, dal ponte e dal lavatoio di San Cristoforo. Dalla chiesa binata di San Cristoforo, capolavoro del XIV secolo, duchesse, re ed imperatori partivano per entrare a Milano, via acqua. Successivamente, passando sotto il ponte detto dello "Scodellino", così chiamato per le vecchie osterie, si entra nella Darsena, un tempo autentico porto di interscambio per il commercio con il Lago Maggiore. Infine, si passa sul Naviglio Pavese, che si percorre fino al primo sostegno idraulico la famosa chiusa della "Conchetta", recentemente ristrutturata da Regione Lombardia.